Prossimi Eventi

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Malattie rare: Focus on deficit di Alfa 1 Antitripsina

13 dicembre @ 8:30 - 16:30

l deficit di Alfa-1-antitripsina (AATD) è una malattia genetica che si manifesta con enfisema polmonare, cirrosi epatica e raramente, con pannicolite. E’ caratterizzata da bassi livelli di AAT nel siero, il principale inibitore delle proteasi sieriche umane. La prevalenza nella popolazione dell’Europa Occidentale è circa 1/ 2500, ed è strettamente correlata alla discendenza scandinava nella popolazione. Gli alleli malattia più comuni in Nord Europa sono PI Z e PI S, e la maggior parte degli individui con la forma grave di AATD sono PI ZZ. Le manifestazioni cliniche possono variare ampiamente tra i pazienti, dalle forme asintomatiche a quelle con malattie fulminanti del fegato o del polmone. I genotipi ZZ e SZ di AATSD sono fattori di rischio per lo sviluppo di sintomi respiratori (dispnea e tosse), enfisema ad esordio precoce, e broncopneumopatia ostruttiva precoce nell’adulto. I fattori ambientali come il fumo di sigaretta e l’esposizione alla polvere sono fattori di rischio aggiuntivi e sono stati associati alla progressione accelerata di queste condizione. Il genotipo ZZ di AATD può portare anche allo sviluppo di malattie epatiche acute o croniche durante l’infanzia o nella vita adulta: segni clinici caratteristici sono l’ittero prolungato dopo la nascita con iperbilirubinemia coniugata e i valori alterati degli enzimi epatici. L’insufficienza epatica secondaria a cirrosi si presenta intorno ai 50 anni. La pannicolite necrotizzante e le vasculiti secondarie si presentano molto raramente. L’AATD è causata da una mutazione del gene SERPINA1 (14q32.1), che codifica per l’AAT, e si trasmette con modalità autosomica recessiva. La diagnosi può essere stabilita in base ai bassi livelle di AAT nel siero e alla isoelettrofocalizzazione. La diagnosi differenziale dovrebbe escludere le malattie emorragiche o l’ittero, le infezioni virali, l’emocromatosi, la Malattia di Wilson e l’epatite autoimmune (si vedano questi termini). Per il trattamento della malattia polmonare si raccomandano terapia aggiuntiva con alfa-1-antitripsina per via intravenosa, vaccinazioni annuali contro l’influenza e vaccinazioni antipneumococciche ogni 5 anni. Il sollievo dall’affanno può essere ottenuto con broncodilatarori a lunga durata d’azione e corticosteroidi per via inalatoria. Negli stadi finali delle malattie epatiche e polmonari può essere necessario ricorrere al trapianto d’organo. La prognosi nei pazienti con AATD e cirrosi generalmente è molto grave. Questo corso si propone di fare il punto sull’eziopatogenesi, sulla fisiopatologia e sullo stato dell’arte del deficit di alfa 1 antitripsina grazie a un confronto tra esperti al fine di implementare le competenze dei partecipanti per una corretta diagnosi e un adeguato approccio terapeutico.
Responsabili scientifici: Giuseppe Fiorentino; Alessandro Sanduzzi Zamparelli;
Crediti ECM: 6;
Il corso si rivolge a 50 partecipanti tra:
Medico chirurgo: Allergologia ed immunologia clinica; Malattie dell’apparato respiratorio; Medicina interna; Otorinolaringoiatria; Medicina generale (Medici di famiglia);

ID: 360 – 243055;
Obiettivo formativo: Contenuti tecnico-professionali (conoscenze e competenze) specifici di ciascuna professione, di ciascuna specializzazione e di ciascuna attività ultraspecialistica. Malattie rare

Clicca qui per scaricare il programma

Per ulteriori info e CV Docenti inserire ID 243055 sul Sito Age.na.s.

Dettagli

Data:
13 dicembre
Ora:
8:30 - 16:30
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , ,

Organizzatore

Antonella Morra
Email:
antonellamorra@eubea.it

Luogo

Napoli – Sala convegni Hotel Paradiso
Via Catullo 11
Napoli, Italia
+ Google Maps