Prossimi Eventi

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

Diabete e Prevenzione Cardiorenale

5 Novembre @ 15:00 - 19:00

Preiscriviti

Clicca qui per scaricare il programma

Per decenni la terapia farmacologica del diabete di tipo 2 si basava sull’utilizzo di terapie “standard” come sulfanilurea, insulina e metformina. Nel corso degli ultimi anni è crescita molto la consapevolezza che i soggetti con diabete tipo 2 vanno considerati pazienti ad alto rischio cardiorenale. In pochi anni, grazie alla crescente conoscenza della fisiologia del diabete, sono stati inseriti nel prontuario farmacologico per il paziente diabetico nuove classi di farmaci che agiscono sui meccanismi alla base dell’insorgenza della malattia e ne rallentano la progressione agendo su più livelli, con un evidente beneficio sul rischio cardiovascolare e renale, con un minor rischio di ipoglicemie e di conseguenza, maggiore aderenza alla terapia. Rispetto al passato il team diabetologico ha oggi l’opportunità di gestire il paziente diabetico non più mirando al raggiungimento del solo target glicemico ma, alla luce dei significativi effetti extraglicemici delle nuove terapie, si va delineando un futuro caratterizzato da una sempre più indispensabile collaborazione tra le diverse figure professionali per una gestione multidisciplinare e condivisa del paziente diabetico con l’obiettivo di garantirgli un percorso diagnostico-terapeutico più adeguato – non solo per quanto riguarda la fase di esordio della malattia diabetica – ma anche per la prevenzione di tutte le possibili complicanze: sia “macrovascolari” (cardiopatia ischemica, scompenso cardiaco, complicanze cerebrovascolari, amputazioni dovute ad arteriopatia periferica degli arti inferiori) che “microvascolari” (retinopatia diabetica, nefropatia diabetica e neuropatia diabetica) che rappresentano la principale causa di mortalità in questa popolazione. Nonostante la patologia diabetica e la malattia macrovascolare e renale siano chiaramente interconnesse, è sempre più evidente la difficoltà a mantenere un adeguato compenso metabolico del paziente e spesso sarebbe necessario un aggiustamento posologico o la sostituzione/aggiunta di un farmaco adattandolo alle caratteristiche del paziente stesso e della patologia. Purtroppo ancora ora esistono delle limitazioni all’impiego di queste nuove opzioni terapeutiche che non sempre sono dettati dalle possibilità prescrittive ma anche dalla non adeguata consapevolezza del beneficio ottenibile dalla corretta fenotipizzazione del paziente e anche dall’inerzia che sovente ha il clinico stesso. Il fine dell’incontro risiede nel tracciare una possibile strada per la gestione ottimale dei pazienti con particolare riferimento alla sinergia di competenze professionali e alla condivisione delle evidenze scientifiche. Nella situazione attuale, che è sostanzialmente di convivenza con il coronavirus, dobbiamo prestare un’attenzione particolare ai pazienti diabetici, alla difficoltà di accesso alle cure e alla necessità di agire precocemente con opzioni terapeutiche che hanno dimostrato di prevenire complicanze Cardiorenali che, altrimenti, genererebbero un sovraccarico delle strutture ospedaliere ed un incremento dei costi sanitari.

Responsabile scientifico: dott. F. Zerella
Crediti ECM: 5,2
Il corso si rivolge a 25 partecipanti tra:
Medico Chirurgo: Cardiologia; Endocrinologia; Geriatria; Malattie metaboliche e diabetologia; Medicina interna; Nefrologia; Medicina generale (Medici di famiglia); Continuità assistenziale;

ID: 360 – 331190
Obiettivo Formativo: 3 – Documentazione clinica. Percorsi clinico-assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza – profili di cura

Per ulteriori info e CV Docenti inserire ID 331190 sul Sito Age.na.s.

Dettagli

Data:
5 Novembre
Ora:
15:00 - 19:00
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , , ,

Organizzatore

Silvia Morcone
Email:
silviamorcone@eubea.it

Luogo

Hotel Villa Traiano
Viale dei Rettori, 9, 82100
Benevento, Italia
+ Google Maps