Prossimi Eventi

18 Giugno 2022

Diabete mellito tipo2 e terapia insulinica basale oggi: titolazione, intensificazione ed effetti benefici della combinazione con il GLP1

Preiscriviti Clicca qui per scaricare il programma Negli ultimi anni le opzioni terapeutiche disponibili per la cura del DMT2 si sono notevolmente ampliate e questo ha in parte modificato il paradigma gestionale della malattia, soprattutto nelle sue fasi iniziali. La terapia insulinica rimane una valida ed indispensabile opzione nel trattamento del diabete tipo2 e il suo utilizzo tempestivo ed appropriato, in presenza di evidenti segni di scompenso glicemico, è spesso indispensabile per il raggiungimento degli obiettivi glicemici [...]
28 Maggio 2022

Alla ricerca di un percorso condiviso nella terapia del DIABETE MELLITO – decima edizione

Seconda giornata Clicca qui per scaricare il programma Il Convegno dedicato ai gruppi di lavoro AMD della regione Campania quest’anno festeggia la decima edizione; è un evento annuale e rappresenta l’occasione unica di confronto interattivo tra tutte le anime dell’AMD Campania ed un momento unico, nel suo genere, per fare il punto sulle iniziative e progettualità che hanno caratterizzato l’attività societaria durante l’ultimo anno: ben poche, per la verità, a causa della pandemia da COVID 19 [...]
27 Maggio 2022

Alla ricerca di un percorso condiviso nella terapia del DIABETE MELLITO – decima edizione

Prima giornata: 27 maggio 2022 dalle ore 14:30 alle ore 20:00 Seconda giornata: 28 maggio 2022 dalle ore 8:30 alle ore 13:30 Preiscriviti Clicca qui per scaricare il programma Il Convegno dedicato ai gruppi di lavoro AMD della regione Campania quest’anno festeggia la decima edizione; è un evento annuale e rappresenta l’occasione unica di confronto interattivo tra tutte le anime dell’AMD Campania ed un momento unico, nel suo genere, per fare il punto sulle iniziative e progettualità che hanno caratterizzato l’attività societaria durante l’ultimo anno: ben poche, per la verità, a causa della pandemia da COVID 19. Quest’anno, come è giusto che sia, il FORMAT è totalmente diverso da quello degli anni precedenti e sarà dedicato esclusivamente ai protagonisti principali, i GRUPPI di LAVORO [...]
27 Gennaio 2022

L’evento IBRIDO: scelta consapevole o alternativa dettata dall’emergenza pandemica?

Durante lo stato di emergenza, che purtroppo tuttora viviamo, nonostante la quasi totale [...]
17 Settembre 2021

MELANOMA: experience sharing in real life

Preiscriviti Clicca qui per scaricare il programma Negli ultimi anni, i notevoli progressi in campo genetico e biomolecolare hanno portato all’individuazione da un lato di specifiche mutazioni a livello di geni della cellula di melanoma, coinvolti nella regolazione della crescita e proliferazioni cellulare (in particolare a livello della via della MAP-kinasi, specificamente a carico di BRAF), dall’altro all’individuazione di bersagli anche a livello immunologico costituiti da sinapsi di interazione tra cellule tumorali e cellule del sistema immunitario con differenti attività sia immuno-stimolanti sia inibitorie. La conseguente introduzione in ambito terapeutico dei nuovi farmaci (sia i cosiddetti check-points inhibitors sia le terapie target a bersaglio molecolare) ha determinato un radicale cambiamento nella gestione dei pazienti affetti da melanoma metastatico (stadio IV) o nello stadio III non trattabile chirurgicamente, con un rilevante miglioramento della sopravvivenza globale [...]
22 Aprile 2021

Tutorial ZOOM Meeting: scopriamo le funzionalità!

Scopriamo insieme le funzionalità di Zoom! Accedere ad una riunione [...]
12 Aprile 2019

Expert meeting in tema di problematiche osteoarticolari

L’osteoporosi è una patologia di prevalenza e incidenza in costante incremento, rappresentando oggi una vera emergenza sanitaria mondiale. Basti considerare che la mortalità a un anno dopo frattura del femore è del 25% e i soli costi diretti del trattamento della frattura da fragilità sono quattro volte quelli del tumore della mammella, tre volte quelli dell’infarto miocardico e tre volte quelli dell’ictus cerebri; ciò senza considerare i costi indiretti della gestione delle invalidità residue e i costi umani di un tale evento traumatico nella vita dell’anziano fragile.