Prossimi Eventi

30 Giugno 2021

L’EMATOLOGIA, L’ONCOLOGIA E LA MEDICINA DEL DOLORE TRA UMANIZZAZIONE DELLE CURE E PRECISION MEDICINE

EVENTO BLENDED RES in videoconferenza 17 e 18 Dicembre 2020 dalle ore 16:00 alle ore 20:00 FAD 02 Gennaio-30 Giugno 2021 Clicca qui per scaricare il programma La Medicina Narrativa (Narrative Based Medicine - NBM) sta facendo il suo silenzioso ingresso nel campo delle cure, ponendosi come attitudine e strumento propriamente terapeutico oltre che di umanizzazione delle cure. In maniera apparentemente paradossale, ciò sta avvenendo nell’era dell’irrompere – talora con impressionanti successi e comunque con irresistibili promesse di vittoria su malattie da sempre ritenute incurabili – della Precision Medicine (PM), che è fondata sulla integrazione delle conoscenze e delle tecniche derivate dalla bioinformatica, dalle biotecnologie, dalla genetica e dalla manipolazione dei Big Data in medicina. Così, se da un lato i media e giornali sono pronti ad annunciare le continue promesse di nuovi approcci ‘personalizzati’ al trattamento del cancro, usando terapie ‘targeted’; se la ricerca investe incessantemente su nuove molecole terapeutiche frutto dell’ingegneria genetica e farmacologica, su biomarkers, su robotica, nanotecnologie e genomica; se malattie prima giudicate incurabili oltre che inguaribili, vengono sempre più trasformate in condizioni di cronicità (come eravamo abituati ad esempio per il diabete o l’ipertensione e le malattie cardiovascolari ed alcune malattie infettive croniche); così, se tutto questo, da un lato, dall’altro è sempre più asfissiante il rischio di portare a fondo la frattura e di rendere irriducibile lo hiatus riconducibile al vecchio e mai risolto problema cartesiano di divisione tra mente e corpo. Da un lato il corpo, terreno di ricerca scientifica canonizzata e di vittorie della scienza galileiana, misurabile oggettivamente nelle sue dimensioni, oggetto della Evidence Based Medicine EBM e suscettibile di cure mediche. Dall’altro lato la sempre sfuggente e mal delimitata mente, con la sua spesso ineffabile condizione esistenziale legata a sentimenti embodied ed a quali difficilmente spiegabili se non con i più evoluti modelli di Scienza Neuro-Cognitiva e Scienza della Complessità; la tanto trascurata dimensione mal materializzabile, che pure ci rende profondamente umani, quella dimensione che nella malattia del corpo diventa dolore esistenziale, paura e rischio di perdita di senso nella ricostruzione narrativa della storia di ciascuno di noi. È tale dimensione umana e sociale di embodied cognition e di empatia incarnata, che ricongiunge la mente ed il corpo, che vogliamo riportare a considerare in maniera coestensiva al più profondo senso della cura e della medicina, traendola fuori da quegli angusti e strozzati rari rivoli di appassionato umanesimo ed indicando un percorso ed una direzione per un viaggio alla volta di tratturi e di roccaforti scientifiche [...]
17 Giugno 2021

NUOVI APPROCCI TERAPEUTICI IN EMATOLOGIA: DALLA CHEMIOTERAPIA ALLE TARGET THERAPY

Per informazioni contattare la segreteria Clicca qui per scaricare il programma Lo sviluppo di nuovi approcci diagnostici e terapeutici nell’ambito delle patologie onco-ematologiche ha offerto il raggiungimento di risultati clinici davvero entusiasmanti ma ha al contempo rafforzato la complessità della gestione clinica e psico-sociale del paziente [...]
16 Dicembre 2020

Cardio-Ematologia e nuovi farmaci

FAD SINCRONA 14:00-17:00 Iscriviti Clicca qui per scaricare il programma La cardiologia e l’ematologia sono due discipline che interagiscono nella gestione dei pazienti al fine di una corretta prevenzione, diagnosi e nel trattamento delle patologie ematologiche, neoplastiche e benigne, nonché delle complicanze cardiovascolari nei pazienti sottoposti a sempre più terapie innovative. Queste ultime, molto efficaci, sono associate a possibili complicanze cardiovascolari, le quali vanno diagnosticate in maniera precoce – quando sono ancora nella fase subclinica – e trattate nella maniera più appropriata. La stretta sinergia tra cardiologi ed ematologi è per tale motivo fondamentale al fine di riuscire a rilevare sempre più precocemente segni di cardiotossicità attraverso tecniche di imagin più innovative. Il corso formativo ha l’obiettivo primario di fornire aggiornamenti ed ampliamenti delle conoscenze in campo diagnostico, cardiologico e terapeutico nel paziente ematologico con l’obiettivo di indirizzare il clinico verso scelte più appropriate.
16 Ottobre 2020

Nuovi approcci terapeutici in ematologia: dalla chemioterapia alla target therapy

L'EVENTO SI SVOLGERÀ IN MODALITÀ VIDEOCONFERENZA Iscriviti Clicca qui per scaricare il programma Lo sviluppo di nuovi approcci diagnostici e terapeutici nell’ambito delle patologie onco-ematologiche ha offerto il raggiungimento di risultati clinici davvero entusiasmanti ma ha al contempo rafforzato la complessità della gestione clinica e psico-sociale del paziente. Attraversiamo infatti un’epoca in cui nuove terapie con farmaci biologici, le cosiddette “target-therapies”, vanno ad intrecciarsi con le cure convenzionali come chemioterapia, radioterapia, immunoterapia [...]
9 Novembre 2019

I Master in ematologia pediatrica – II PARTE

L’inquadramento e la gestione del paziente ematologico pediatrico negli ultimi anni sono notevolmente migliorati, grazie al fondamentale contributo dell’AIEOP. Questo primo corso intensivo in Ematologia Pediatrica, organizzato e curato dallo staff medico-infermieristico dell’Ospedale Pausilipon, si pone pertanto l’obiettivo di delineare lo stato nell’arte nell’inquadramento diagnostico-terapeutico delle malattie ematologiche pediatriche, neoplastiche e non, delle malattie ematologiche rare, del trapianto di midollo osseo, dei disordini dell’emostasi e della terapia trasfusionale. Oltre ad un’approfondita analisi degli argomenti da parte dei medici ematologi pediatrici, sarà anche ampiamente sottolineato l’approccio interdisciplinare alle diverse patologie, la gestione delle complicanze cardiovascolari ed infettive, delle terapie di supporto e delle emergenze nel bambino emopatico e l’approccio infermieristico a queste problematiche (...)
27 Giugno 2019

Progetto Linkhmmg percorsi diagnostico-terapeutici dell’ematologia non oncologica binomio specialista – MMG il mieloma multiplo: gestione sul territorio

Scopo dell’evento è quello di creare un link tra gli specialisti e i Medici di Medicina generale al fine di garantire una gestione ottimale del paziente ematologico (...)
27 Giugno 2019

Nuove strategie terapeutiche in ematologia

Lo sviluppo di nuovi approcci diagnostici e terapeutici nell’ambito delle patologie onco-ematologiche da un lato ha offerto il raggiungimento di risultati clinici davvero entusiasmanti, ma dall’altro ha rafforzato la complessità della gestione clinica e psico-sociale dello stesso paziente, anche perché attraversiamo un’epoca in cui nuove terapie con farmaci biologici, le cosiddette “target-therapies” vanno ad intrecciarsi con le cure convenzionali come chemioterapia, radioterapia, immunoterapia (...)
26 Ottobre 2018

L’ematologia, l’oncologia e la medicina del dolore tra umanizzazione delle cure e precision medicine – II workshop

L’integrazione tra sviluppi medici, nuove tecnologie e bioinformatica sta determinando profondi e radicali cambiamenti nel campo della diagnosi e cura di malattie gravi e spesso inguaribili. L’utilizzo clinico routinario di dati di biologia molecolare, genetici ed epigenetici, se da un lato rende possibili approcci diagnostici e terapeutici inimmaginabili fino a pochissimi anni fa, dall’altro rischia di sfociare in derive di tecnicismo, burocratizzazione dell’atto medico e iperspecializzazioni che allontanano dal modello olistico di ars medica e portano a guardare alla malattia piuttosto che al malato (...)
2 Gennaio 2018

L’ematologia, L’oncologia e la Medicina del Dolore tra Umanizzazione delle Cure e Precision Medicine

L’integrazione tra sviluppi medici, nuove tecnologie e bioinformatica sta determinando profondi e radicali cambiamenti nel campo della diagnosi e cura di malattie gravi e spesso inguaribili. L’utilizzo clinico routinario di dati di biologia molecolare, genetici ed epigenetici, se da un lato rende possibili approcci diagnostici e terapeutici inimmaginabili fino a pochissimi anni fa, dall’altro rischia di sfociare in derive di tecnicismo, burocratizzazione dell’atto medico e iperspecializzazioni che allontanano dal modello olistico di ars medica e portano a guardare alla malattia piuttosto che al malato (...)